Cucire una bambola di pezza in pochi passaggi, ecco come fare
Morbide, deliziose ma soprattutto originali, le bambole di pezza sono dei pupazzi molto amati e richiesti, sia dai bambini che dai grandi. Ottime compagne dei pisolini pomeridiani, le soffici bamboline di stoffa sono estremamente facili da realizzare, anche da coloro che non hanno grande dimestichezza con ago e filo. Seguendo alla lettera i vari passaggi spiegati in questa piccola ma utile guida, creare una bambola di pezza sarà semplice e di sicuro molto divertente!

Cosa occorre per realizzare una bambola di pezza?
Il materiale da utilizzare per costruire una deliziosa bambola di pezza è facilmente reperibile e di sicuro anche molto economico, poiché si suole usare tessuti di riciclo. Per questo è necessario recuperare dei pezzi di stoffa, ritagliandoli magari da vecchi vestiti, abiti bucati o maglie inutilizzate. In base allo scampolo ottenuto è possibile iniziare a creare un progetto o meglio farsi un’idea più chiara di quale sarà la fisionomia della bambola e quali caratteristiche dovrà possedere. Se si vuol creare una bambola dai tratti occidentali è preferibile selezionare un tessuto chiaro, come il bianco o il rosa, ovvero tonalità tenui che riprendono il colore della pelle. Se invece il progetto è quello di realizzare una bambola di pezza dai tratti orientali, può andar bene uno scampolo giallo, marroncino o beige, in modo da realizzare un giocattolo che si avvicini di molto alla realtà. Una volta individuata la stoffa che verrà utilizzata per definire il corpo, è preferibile preparare l’altra parte di materiale, ovvero: ago e filo per cucire; cotone idrofilo per riempire; matita lavabile o gessetti colorati per disegnare il modello; forbici e cartoncino per costruire la sagoma e pezzetti di stoffa per abbellire la bambola con abitini ed accessori. Dopo aver messo in tavola tutti gli strumenti necessari, si può creare la propria bambola di pezza, in tre facili mosse!

Disegnare la sagoma
Il primo passo da fare per creare una bambola di pezza è quello di disegnare la sagoma su un foglio di carta o su un cartoncino. La sagoma deve essere tracciata qualche centimetro più grande rispetto alla bambola desiderata, poiché una volta cucito e imbottito, il pupazzo tenderà automaticamente a restringersi. Nel tracciare la sagoma è bene fare attenzione alla forma della testa, che deve essere tondeggiante, grande e ovale. Con le forbici si deve tagliare la sagoma e con l’ausilio di un gessetto colorato ridisegnarla sulla stoffa scelta, piegata in due. Verranno fuori due sagomine uguali, che rappresenteranno rispettivamente il fronte e il retro della bambola. Adesso con alcuni spilli, bisogna fissare le due forme, facendole aderire completamente.

Cucire la bambola di pezza
Il secondo passaggio per realizzare una bella bambola di pezza, è cucire! Dunque ago e filo alla mano, si deve cucire minuziosamente tutto il contorno della sagoma, per farlo si può utilizzare una macchina da cucire o si può tranquillamente procedere a mano, non è affatto difficile. Ma attenzione, non bisogna cucire tutto il perimetro, ma lasciare un piccolo spazio aperto attraverso il quale imbottire la bambola. Si consiglia a tal proposito di prediligere una parte meno visibile del pupazzo, come la zona inferiore del braccio o della gamba. Dopo aver cucito insieme le due sagome si possono togliere gli spilli e risvoltare il pupazzo, di modo che la cucitura rimanga all’interno. A questo punto si può imbottire la sagoma a piacimento utilizzando del cotone idrofilo o un po’ di lana, distribuendola uniformemente in tutto il corpo. Per rammendare nel migliore dei modi l’apertura, si consiglia di rivoltare i margini all’interno per lasciare la cucitura coperta. Per impedire che il cotone idrofilo possa spostarsi da una parte all’altra della bambola, si suggerisce di effettuare qualche punto di sutura all’altezza delle braccia e delle gambe, il pupazzo così sarà più compatto e avrà un aspetto più marcato.

Decorare la bambola di pezza
Questa è la fase più divertente e creativa della realizzazione della bambola! Si deve delineare il viso e il corpo, arricchendoli di particolari unici e originali, che attribuiscono al giocattolo un tono esclusivo e inimitabile. Per disegnare occhi, naso e bocca si può procedere in modo classico usando ago e filo, selezionando il rosso per la bocca, il rosa o il nero per naso e occhi. Ma per imprimere una nota accattivante si può spaziare tra una serie di elementi da inserire, come bottoni, paillettes, perline colorate e molto altro ancora. La selezione dei materiali è del tutto soggettiva, varia in base al materiale disponibile e ai gusti personali. Se si tratta di una bambola di pezza da donare ad un neonato o ad un bimbo di pochi anni, è opportuno optare per decorazioni semplici fatte con il filo, onde evitare che il piccolo possa essere attratto dai piccoli oggetti, tanto da staccarli e ingerirli casualmente. Il tocco finale è sicuramente rappresentato dalla scelta del vestitino della bambola. Non bisogna essere stilisti di alta moda per farlo, basta soltanto ritagliare un pezzo di stoffa e adagiarlo al corpicino del pupazzo. Si possono produrre con la stessa tecnica, cappelli, sciarpe e borsetta. Per i capelli si possono attaccare fili di lana colorata o filato.

Tante idee per utilizzare le bambole di pezza
Dilettarsi con il fai da te è decisamente rilassante e divertente, ma se usato con ingegno può rivelarsi anche un passatempo utile. Le bambole di pezza infatti, oltre ad essere soffici pupazzi da abbracciare prima di dormire, possono essere utilizzati in mille modi differenti! Una bella e voluminosa bambola di pezza può trasformarsi in un originale ferma porte, magari da mettere nella camera dei bambini. I pupazzi di pezza realizzati a tema, sono molto simpatici da usare come gradevoli allestimenti per ricevimenti di matrimonio o comunione, usati come porta menù originali o divertenti bomboniere. Un’idea-regalo unica ed esclusiva, che potrà arricchire qualsiasi dono con la certezza che sarà molto apprezzata perché fatta a mano!